Papa Francesco racconta S. Giuseppe – sosta spirituale per gli adulti

“…Quanta gente esercita ogni giorno pazienza e infonde speranza, avendo cura di non seminare panico ma corresponsabilità. Quanti padri, madri, nonni e nonne, insegnanti mostrano ai nostri bambini, con gesti piccoli e quotidiani, come affrontare e attraversare una crisi riadattando abitudini, alzando gli sguardi e stimolando la preghiera. Quante persone pregano, offrono e intercedono per il bene di tutti». Tutti possono trovare in San Giuseppe, l’uomo che passa inosservato, l’uomo della presenza quotidiana, discreta e nascosta, un intercessore, un sostegno e una guida nei momenti di difficoltà. San Giuseppe ci ricorda che tutti coloro che stanno apparentemente nascosti o in “seconda linea” hanno un protagonismo senza pari nella storia della salvezza. A tutti loro va una parola di riconoscimento e di gratitudine.”

Non avendo la possibilità di vivere i consueti Esercizi Spirituali di Quaresima, il settore Adulti propone una sosta spirituale da vivere a livello cittadino.

A partire dalla Patris Corde, facendoci aiutare da alcune opere d’arte rappresentative ripercorreremo la figura di San Giuseppe, definito da Papa Francesco padre amato, padre nella tenerezza, padre nell’obbedienza, padre nell’accoglienza, padre nel coraggio creativo, padre lavoratore, padre nell’ombra.

Nei prossimi giorni vi sarà consegnata una scheda contenente con una preghiera introduttiva, una breve lectio, alcune slide rappresentanti le opere, una breve spiegazione di essere e una preghiera finale.

Patris-Corde-S.-Giuseppe.ppt (102 download)

Consigliamo ai responsabili ed animatori dei gruppi di organizzarsi con le parrocchie del proprio comune per il giorno 18 Marzo per sentirci in comunione con tutte le parrocchie della diocesi.

L’incontro può  essere svolto sia in presenza che attraverso piattaforma online.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattare Emilia, Paolino e gli amici dell’équipe  adulti diocesana.

Lascia un commento