Come pregava Gesù? Il 18-19 aprile la seconda scuola di preghiera Giovanissimi

Dopo la prima scuola di preghiera di Febbraio sulla relazione tra preghiera e corpo, si avvicina la seconda esperienza (18-19 Aprile) sull’evoluzione delle forme della preghiera cristiana. Come sempre sarà per i giovanissimi l’occasione per riflettere su se stessi, sulla propria fede e ovviamente sull’importanza della preghiera nella vita di ciascun cristiano.

“La preghiera cristiana è innanzitutto ascolto. Dio ci parla: questo è lo straordinario della nostra fede. Per farsi conoscere, Dio ha scelto liberamente di rivelarsi a noi, di alzare il velo su di sé dandoci del tu”. (Enzo Bianchi).

Oltre che a parlare al nostro cuore, il Signore è anche il primo a mettersi in ascolto della nostra vita: anche questo è straordinario. Il nostro compito è riuscire a trovare i modi e i tempi migliori per entrare in comunicazione con Lui. Ognuno di noi ha un modo particolare di comunicare con gli altri; c’è chi ama parlare, chi esprimersi con gesti o sguardi, chi preferisce scrivere lettere. Ugualmente, a seconda del momento che si sta vivendo, ognuno predilige una forma, piuttosto che un’altra, per comunicare con il Signore. Lo stesso Gesù aveva un proprio modo di pregare il Padre; andiamo con i giovanissimi alla scoperta di come Gesù pregava e alla conoscenza dei diversi linguaggi e modi per parlare con Dio, affinché ogni giovanissimo possa trovare quello che più gli appartiene.

Come sempre, vi ricordiamo che le scuole di preghiera rappresentano un momento specifico in cui i giovanissimi possono ritagliare, all’interno dei ritmi frenetici delle loro vite, un momento privilegiato per la preghiera e l’incontro con il Signore; quindi sono consigliate a quei giovanissimi che vogliono vivere un momento di riflessione più forte.

Sono aperte le iscrizioni: ricordiamo che la data è il 18-19 Aprile, il luogo è come sempre la Casa del clero a Nola (2 giovanissimi per parrocchia + eventuali “riserve” in lista d’attesa – costo 20 euro). Termine per le prenotazioni con un acconto non restituibile di 10 euro: Domenica 12 Aprile.

Arrivi previsti sabato 18 Aprile alle 16:00; come sempre bisogna portare Bibbia, quaderno, lenzuola, asciugamani e l’occorrente per l’igiene personale.

Per info e prenotazioni rivolgersi a Carmine Trocchia.

Il settore Giovani diocesano

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>