Il sonno della ragione genera mostri

Sorgono allora delle domande: perché dobbiamo ricordare? E che cosa bisogna ricordare?
Bisogna ricordare il Male nelle sue estreme efferatezze e conoscerlo bene anche quando si presenta in forme apparentemente innocue: quando si pensa che uno straniero, o un diverso da noi, e’ un Nemico si pongono le premesse di una catena al cui termine, scrive Levi, c’e’ il Lager, il campo di sterminio.

Di Vittorio Foa, dall’introduzioni di “Se questo è un uomo”

Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria, il giorno in cui si ricorda quella grande tragedia che fu lo sterminio programmato di ebrei e tutte quelle persone, gruppi etnici e religiosi ritenuti “indesiderabili” dalla dottrina nazista: omosessuali, oppositori politici, Rom, Sinti, zingari, testimoni di Geova, pentecostali, malati di mente, portatori di handicap, prigionieri di guerra sovietici.

L’importanza del non dimenticare questa tragedia sta in ciò che disse Goya: “il sonno della ragione genera mostri”. La Shoah era una cosa fuori dalla logica del mondo, impensabile, eppure c’è stata. Oggi può apparire un evento irripetibile come sembrava impossibile in quel periodo e  proprio per questo occorre vigilare, fare memoria, non dimenticare ciò di cui l’uomo è stato capace affinché non accada più, anche perché (seppur con le dovute proporzioni) la storia, anche quella più recente, è ricca di episodi che ci mostrano come ci sia chi ritiene ancora di poter sterminare interi popoli e come i genocidi non siano nemmeno così lontani da noi dal punto di vista cronologico.

Per questo motivo invitiamo i vari gruppi parrocchiali ad organizzarsi per fare memoria. Di seguito trovate la traccia per un’adorazione eucaristica, la proposta di un cineforum sul film “Ogni cosa è illuminata” (che tratta il tema della Shoah da una prospettiva diversa rispetto a quella a cui siamo abituati, quella delle terze generazioni, della differenza tra ricordo e memoria e lo fa con uno stile allegro e adatto a tutti), la scheda per una riunione molto semplice e materiale che può essere utilizzato per incontri di settore o momenti di riflessione unitari: sta a voi decidere quale materiale utilizzare e come farlo (in rete è possibile trovare tantissimi spunti di riflessione sull’argomento), l’importante è essere coscienti della responsabilità della memoria che abbiamo tutti e ciascuno di noi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ugv26J6PIDE[/youtube]

adorazione eucaristica

proposta di riunione sulla shoah per i giovanissimi

cineforum ogni cosa è illuminata

  • materiale vario

I vivi chiedono perdono ai morti

La Shoah un evento unico?

Calimar

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>