In un tempo in cui cresce la preoccupazione in ordine alla possibilità e ai criteri dell’esercizio del compito educativo, nel tempo della emergenza educativa, vogliamo celebrare la bellezza e il valore dell’educare. Educare si può, educare si deve. La lunga esperienza educativa dell’Azione Cattolica, l’impegno quotidiano nelle nostre associazioni parrocchiali per la formazione di ragazzi, giovani e adulti, mostra non solo la possibilità di percorsi educativi seri, ma anche la ricchezza che deriva dalla dimensione comunitaria e intergenerazionale.

Educare per generare alla vita

L’educazione è grazia, una grande grazia che apre alla vita e alla gioia di vivere.

In un tempo in cui cresce la preoccupazione in ordine alla possibilità e ai criteri dell’esercizio del compito educativo, nel tempo della emergenza educativa, vogliamo celebrare la bellezza e il valore dell’educare. Educare si può, educare si deve. La lunga esperienza educativa dell’Azione Cattolica, l’impegno quotidiano nelle nostre associazioni parrocchiali per la formazione di ragazzi, giovani e adulti, mostra non solo la possibilità di percorsi educativi seri, ma anche la ricchezza che deriva dalla dimensione comunitaria e intergenerazionale.

Per questo abbiamo scelto di dare inizio al nuovo anno associativo con una grande festa dell’Ac, da vivere, dal 2 al 4 ottobre, nel cuore stesso della nostra Chiesa diocesana, nella città di Nola, tra le sue strade, attraversando e animando i luoghi più significativi della sua storia e della sua fede.

Cominceremo  venerdì  2 ottobre con un convegno pubblico, aperto alla partecipazione di chiunque voglia con noi interrogarsi e riflettere sul tema Educare: sfide e risorse. Sarà l’occasione per raccontare l’impegno educativo dell’Ac confrontandoci con le difficoltà ma anche con le risorse che sperimenta il compito educativo negli ambienti in cui le persone crescono e si misurano nelle relazioni interpersonali e sociali, vale a dire la famiglia, la scuola, la vita civile e politica, fino a toccare gli ambiti più estremi, come l’istituzione carceraria, dove la marginalità scelta e subita può lasciare comunque spazio al riaffacciarsi di una consapevolezza in grado di riplasmare l’esistenza personale. A tirare le fila di questa riflessione, aiutandoci a capire come a questa storia ricca e molteplice, fatta di tenacia e di fantasia, di coraggio e di condivisione, alla storia della vita comune, si intrecci, da sempre, nell’apertura del cuore e nella generosità del servizio, l’impegno dell’Ac, sarà il presidente nazionale Franco Miano, presente in mezzo a noi quella sera .

Continueremo poi sabato 3 ottobre con un programma articolato di incontro che prevede prima di tutto, alle 18:00, un momento di preghiera in cattedrale per porre nelle mani del Signore desideri e fatiche difficoltà e sogni dell’esperienza educativa, ricordando che è il Signore che educa, è Lui che guida il cammino del suo popolo e di ciascuno di noi, che noi tutti siamo Come argilla nelle mani del vasaio… e che chiunque è chiamato ad una responsabilità educativa, solo da Lui può ricevere forza ed equilibrio, entusiasmo e lungimiranza. Seguiranno poi nella stessa serata, Percorsi tra fede arte e storia: un itinerario seguito in gruppi attraverso i luoghi più significativi della nostra storia diocesana per gustarne la bellezza e il valore attraverso il linguaggio della architettura, della scultura e della pittura, della musica e della danza, della poesia e della recitazione. Perché educare insegna a percepire la vita in tutte le sue espressioni, radica in una storia e in una terra che insegna ad amare, aiuta a sentirsi parte di un cammino comune.  Per i più  giovani questo stesso itinerario verrà realizzato attraverso una mitica caccia al tesoro. La serata si concluderà nel cortile dell’episcopio, allietata dai Sapori e profumi della nostra terra che le associazioni parrocchiali avranno insieme ritrovato, aiutati dalla perizia e dalla memoria di chi è più adulto, e che riproporranno in una festosa condivisione.

Domenica 4 ottobre poi  la famiglia tutta dell’Ac diocesana, ragazzi, giovanissimi, giovani e adulti, ma anche adultissimi, si ritroverà nel Seminario vescovile, a partire dalle 10:00, per una mattinata di giochi insieme. Perché anche il gioco educa, come sanno bene i nostri acierrini e i loro educatori, ma ancor più quando a giocare si è insieme piccoli e grandi, quando il gioco entra nella vita della famiglia e della famiglia associativa, ne esprime l’allegria e la fraternità, libera e fa crescere la gioia di vivere. Seguirà  la colazione a sacco e nel primo pomeriggio la presentazione, ai responsabili, dei cammini educativi e dei testi per il prossimo anno associativo.  Ci sposteremo poi al centro di Nola per recarci in cattedrale dove verrà celebrata l’Eucarestia presieduta dal nostro vescovo Padre Beniamino Depalma.

Questa festa vuole essere anche un modo per accogliere  l’invito rivolto dal nostro vescovo a tutta la Chiesa diocesana attraverso il Convegno Ecclesiale che avrà luogo dal 23 al 25 settembre a Scafati, invito a riscoprire ed alimentare il desiderio di educare. Con semplicità ed entusiasmo ci poniamo nella linea del progetto pastorale diocesano, scegliendo di camminare con tutta la Chiesa di Dio che è in Nola, e con  rinnovato entusiasmo, nel solco del piano pastorale per il prossimo decennio, dedicato alla centralità dell’educare,  che verrà affidato dai vescovi a tutta la Chiesa italiana.

L’Azione Cattolica crede nella forza e nella bellezza dell’educare, di un educare che è dono, la cui possibilità viene da Dio, Signore della vita, e che aiuta a gustare la vita, insegna a vivere e a vivere in pienezza, di un educare a cui non si può rinunciare perché educare è generare alla vita.

Questo vogliamo testimoniare, per questo vogliamo continuare a spenderci insieme: educare per generare alla vita.

Pina De Simone

scarica la lettera-invito per la festa_diocesana_2009

scarica la locandina in formato A3

brochure festa ac 2009

scarica la locandina del convegno del 2 ottobre in formato A3

Nota tecnica per i presidenti parrocchiali: Sabato 12 settembre dalle 16.00 alle 16.30 è possibile ritirare in Episcopio il materiale per promuovere la festa nelle parrocchie (locandina e brochure).

Vi chiediamo, inoltre, di individuare qualche persona disponibile a prender parte al coro diocesano che animerà la veglia di preghiera di sabato e la S.Messa di domenica (è necessario far riferimento ad Annamaria Rachiglio, i contatti potete trovarli sull’elenco del campo responsabili…)

Chiediamo, inoltre, di segnalare a Mena Vitale ciò che ogni parrocchia preparerà per la cena di sabato sera. A tal proposito sarebbe bello se preparaste anche un cartellone (misure 50×70 verticale) con la ricetta di ciò che porterete.

Potete inviare le foto rappresentative delle vostre attività parrocchiali(che verranno sistemate su dei pannelli in occasione del convegno di venerdì) all’indirizzo di posta elettronica presidenza@azionecattolicanola.it

Grazie mille a tutti per il prezioso contributo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>